Vacanze in Francia

8 Agosto 2017;

h. 17;

Si parte e si comincia a fare mente locale di cosa c'è e di cosa manca. Il papà decide che arrivati in autostrada si dovrà decidere quanto tempo dedicare a Parigi durante la vacanza. Arrivati in autostrada le condizioni cambiano: la decisione verrà presa al termine del CD di “Forza Venite Gente”; al termine del CD la decisione che viene presa è che si rimarrà a Parigi per 3 o 4 giorni.

h. 21;

Dopo una lunga salita su una montagna di 2000 metri e tanto pane carasau consumato per evitare di stare male decidiamo di fermarci a mangiare qualcosa.

h. 21,45;

Si riparte a stomaco pieno

h.23;

Con ancora 60 chilometri prima di arrivare a destinazione e un Paolo morente di sonno decidiamo di fermarci a passare la notte in un autogrill.


9 Agosto 2017;

h. 7,30;

La sveglia suona e quindi ci si prepara per la colazione; dopo aver fatto colazione ed esserci lavati il papà convince Francesco a fare il giro dell'autogrill col camper, dopo il quale si riparte verso Chambéry. 

h. 9,15;

Arrivati a Chambéry comincia la caccia al parcheggio, che termina in un parcheggio a pagamento in cui riusciamo a prendere un biglietto valido fino alle 14,30.

h. 12;

Dopo una visita a Chambéry eseguita grazie a un'idea molto carina: un percorso organizzato che viene reso semplice da seguire grazie a numerosissimi dischetti colorati che indicano il percorso, siamo tornati al camper, dopo 2 minuti eravamo già per strada.

h. 13,45;

Dopo la domanda di che cosa si mangia decidiamo di fermarci in un parcheggio a mangiare. Dopo aver mangiato ripartiamo verso Fontainebleau nell'Île de France.

h. 17,45;

Il papà si ferma in un autogrill a prendere un caffè americano e prende anche dei biscotti da sgranocchiare durante il percorso.

h. 20,45;

Dopo una lunga sessione di pratica della guida del camper per Francesco arriviamo finalmente a Fontainebleau e decidiamo di fermarci in un parcheggio insieme ad altri camper vicino ai giardini della città.

h. 21,45;

Finalmente dopo le docce prepariamo una pasta con speck e pomodoro ai livelli di Chef Mirko. Domani mattina visiteremo Fontainebleau e poi partiremo alla volta di Parigi.


10 Agosto 2017;

h. 9;

La sveglia oggi può suonare più tardi rispetto a ieri, visto che i giardini di Fontainebleau aprono alle 9. Alle 10 usciamo dal camper e ci rientriamo alle 14, dopo quasi 3 ore e mezza di visita totale compreso l'immenso giardino e il castello.

h. 14;

Dopo un lungo dibattito su cosa fare la mamma ci impone il pranzo.

h. 14,50;

Dopo aver pranzato, lavato i piatti e bevuto il caffè ci rimettiamo in marcia consapevoli della mancanza di 60 chilometri a Parigi e che non sappiamo dove staremo.

h. 17;

Con l'arrivo a Parigi inizia lo shooting fotografico alla Tour Eiffel, seguito dalla ricerca del campeggio. Dopo aver trovato il campeggio mentre il papà è a pagare ci si avvicina un ragazzo, il quale bussa sulla portiera del passeggero, Franci gli apre per sentire cosa ha da dire, e il ragazzo inizia chiedendoci:" Siete italiani?" e Franci risponde :" Sì, perché?", il ragazzo replicò :"Allora tenete questi biglietti della metropolitana, che noi stiamo andando via e non ci servono.". Quindi alla fine della fiera stasera dobbiamo dormire in un parcheggio perché non ci sono piazzole libere ma in compenso  abbiamo già 2 biglietti della metropolitana da usare nei prossimi giorni.

h. 21,20;

Mentre io e la mamma eravamo in fase di lettura (io per obbligo e lei per scelta) e il papà lavorava, Francesco leggeva intensamente la guida di Parigi e si segnava sull'iPad le cose più importanti, ad un certo punto ci illuminò con la sua scoperta: 
1. Il Louvre il venerdì dalle 18 alle 22 si paga tutti il biglietto ridotto.
Sentendo questo il papà ha deciso di prendere un biglietto dell'autobus e di andare a vedere i vari prezzi, e così fece.


11 Agosto 2017;

h. 7,02;

Ecco la sveglia del papà per andare a prendere il carnet da 10 biglietti utilizzabili sia sull'autobus che nella metropolitana.

h. 7,40;

La mamma e Francesco dopo svariati tentativi riescono a farmi scendere dal letto. 

h. 8,40;

Abbandoniamo il papà alla fermata dell'autobus perché deve ritornare al camper e aspettare che il nostro amico tedesco Knauss (soprannominato Franz) lasci libera la piazzola in cui staremo in questi altri giorni di permanenza a Parigi.

h. 9,20;

Dopo un tragitto in autobus fino al capolinea è un ulteriore tragitto in metropolitana finalmente arriviamo a Parigi e quindi cominciamo a vagare in cerca di un bancomat perché la mamma doveva prelevare. Dopo aver trovato e prelevato dal bancomat cominciamo a vagare per la città e ad ammirare le sue bellezze, comunque consapevoli del fatto che quando arriverà anche il quarto familiare ci farà camminare come dei buoi visto che lui sarà pieno di energia mentre noi al contrario saremo già mezzi distrutti. 

h. 12,40;

Siamo riusciti a ritrovare il familiare mancante e quindi decidiamo di mangiare per reintegrare un po' di energie, visto che noi durante la mattinata avevamo già fatto 8.000 passi.

h. 14;

Cominciano a sorgere i dubbi sul fatto della visita serale al Louvre, ma se decidessimo di non andare al Louvre andremmo alla Manhattan parigina: La Défense.

h. 16,30;

Dopo un salto all'Opéra decidiamo che la visita serale al Louvre salterà e quindi si andrà al La Défense prima di andare al camper. Quindi si va con la metropolitana al La Défense, ma solo arrivati la ci accorgiamo di aver finito il carnet comprato la mattina stessa, quindi decidiamo di andare alla metropolitana vicina e di sperare che ci fossero i biglietti che servono a noi per riuscire a tornare al camper.

h. 19;

Arrivati al camper e dopo aver fatto le docce si decide che sarà l'ingegnere a preparare la cena stasera, quindi si opta per un carbonara (che secondo me era molto buona). 


12 Agosto 2017;

h. 8,40;

Oggi la sveglia suona più tardi rispetto al solito. Dopo colazione inizia la catena di farcimento baguette.

h. 10;

Finalmente ci dirigiamo al nostro autobus di fiducia con gli zaini in spalla pieni, chi di cibarie, chi di un patrimonio e chi di entrambi. Alla fermata ho avuto la possibilità di provare le USB per caricare il telefono. 

h. 13;

Dopo aver passeggiato per Parigi avvicinandoci un po' alla volta alla Tour Eiffel, decidiamo di fermarci a mangiare le nostre baguette in Esplanade des Invalides.

h. 14,20;

Decidiamo di metterci in coda per salire sulla Tour Eiffel.

h. 16;

Siamo arrivati al secondo piano della Tour Eiffel, ma noi non ci accontentiamo e decidiamo di raggiungere il “Top Of The Top”, in modo da poter quasi toccare la punta.

h. 17;

Arrivati sul “Top Of The Top” e tornati al secondo piano decidiamo di fare sosta toilette e di prendere al bar un caffè o una cioccolata calda dal freddo che si pativa per il quale mi è venuto il mal di stomaco.

h. 17,40;

Scesi dalla Tour Eiffel e rintracciato il supermercato e la metropolitana più vicini decidiamo di fare la spesa e successivamente tornare al camper in metropolitana.

h. 19;

Siamo finalmente tornati al camper con la spesa e anche i biglietti giornalieri dei mezzi di trasporto da usare domani.


13 Agosto 2017;

h. 9;

La sveglia suona e dopo esserci lavati prepariamo le baguette farcite con gli hamburger avanzati da ieri, e infine compiliamo i nostri biglietti giornalieri con la data, il nome e il cognome.

h. 10,30;

Arriviamo all'Arc de Triomphe, eh sì la nostra avventura parigina in metropolitana inizia proprio da uno dei simboli più importanti.

h. 11,15;

Dopo l'Arc de Triomphe andiamo alla Sainte Chapelle, dove io e Francesco avendo meno di 26 anni abbiamo potuto saltare la coda.

h. 12,45;

La terza tappa giornaliera è Notre dame, per la cui entrata troviamo una nostra grande amica: la coda. Entrati ascoltiamo una messa in francese, alla cui fine facciamo una breve visita della cattedrale. Usciti decidiamo di pranzare.

h. 15;

Con la metropolitana seguita da una funivia arriviamo a Montmartre dove ammiriamo Parigi e decidiamo di visitarla.

h. 16;

Decidiamo di andare al Moulin Rouge, per poi andare in Place Vendôme dove ammiriamo il metro universale.

h. 17;

Decidiamo di cominciare a tornare al camper
 

14 Agosto 2017;

Ore 9;

Dopo esserci svegliati, colazionati e lavati, cominciamo a smontare e a prepararci per abbandonare il campeggio.

Ore 11;

Abbandonato il campeggio necessitiamo di fare la spesa, quindi ci rechiamo alla Lidl più vicina.

Ore 14;

Ci fermiamo a mangiare in un area di sosta.
Ore 15,30;

Ci fermiamo a visitare Troyes, città che si può descrivere in tre parole:“Chiese, chiese e chiese”

Ore 21;

Ci fermiamo a Gevrey-Chambertin per fare una doccia e per mangiare, ed eventualmente per dormire.

Ore 23;

Abbiamo deciso di dormire in un parcheggio camper del posto.


15 Agosto 2017;

Ore 9,30;

Ci svegliamo e dopo esserci preparati iniziamo a viaggiare verso Tournus, ultima tappa che visitermo.

Ore 11,50;

Arrivati a Tournus facciamo un giro nella chiesa, unica cosa che visiteremo.

Ore 13;

Decidiamo tornare al camper visto che inizia a piovere e quindi pranziamo.

Ore 14,30;

Ripartiamo verso casa.

Ore 18;

Facciamo una sosta a Grenoble per fare due passi e vista l'ora trovare anche un posto dove cenare.

Ore 20,30;

Dopo aver cenato al Burger King partiamo verso il passo del Mon Ginevro.

Ore 23;

Dopo ore di viaggio decidiamo di fermarci in un parcheggio dove passare la notte.


16 Agosto 2017;

Ore 9;

Dopo esserci preparati ripartiamo con come meta casa.

Ore 12,30;

Ci fermiamo a mangiare in un autogrill vicino a Torino.

Ore 17;

Dopo ore di viaggio arriviamo a casa, dove, dopo aver salutato i nonni, si comincia a svuotare il camper.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *